Capataz

capatazCapataz è per metà fratello di Campeòn, con il quale condivide la testardaggine. Brillante e sensibile, ha seguito un programma di ippoterapia di cui è utente anziché co-terapeuta. Arrivato a L’Auriga nella primavera del 1999, ha infatti subito mostrato gli esiti di un addestramento traumatico: paura dell’uomo e dell’ambiente, autolesionismo e comportamenti difensivi sulle richieste. Dopo un programma di rieducazione, basato sulle metodologie della “Comunicazione non predatoria” ®, è in attesa di un cavaliere che lo guidi nell’esplorazione del mondo e nel frattempo si presta a esempio delle possibilità e potenzialità della comunicazione tra specie diverse.